mercoledì 15 luglio 2009

troppo comode, quelle poltrone, per pensare di alzarsi!

quelli del pd hanno fatto l'ennesima colossale cappella: la "commissione di garanzia" ha bocciato la candidatura di beppe grillo alla segreteria del partito. clamoroso errore, perchè l'entrata di grillo nel pd avrebbe allargato non di poco il bacino elettorale della carogna democratica! io per primo, avrei votato pd, fino ad arrivare al tesseramento, figurarsi.. invece la paura è stata più forte del raziocinio: quei poveri ometti, vedendosi surclassare da un comico in casa propria, hanno ben pensato di tagliare le gambe in partenza ad ogni spunto di rinnovamento. comico sì, ma l'unico con un programma, lui.. l'unico con delle idee, diverse da quelle del nano tra l'altro, che ad oggi è una rarità! si tratta dell'ennesimo boomerang che gli si ritorcerà contro, come è giusto che sia.. altrimenti non lo avrebbero chiamato boomerang, bensì freesby..

quello che immagino succederà ora (quantomeno lo spero): grillo si candiderà nell'italia dei valori, che vedrà un incremento esponenziale del numero di voti, raggiungendo così il posto che merita nel panorama politico italiano. parte degli elettori del pd, stanchi delle stronzate opera dei propri "leader", convergeranno in idv, lasciando in braghe di tela la segreteria dei democratici la quale, non sapendo più dove sbattere la testa, proporrà un ambasciatore che cerchi di aprire un tavolo di trattativa e riconciliazione con le schiere di tonino di pietro, onde evitare il collasso e la totale e vergognosissima disfatta.. o magari non succederà nulla di tutto ciò, anzi, nulla di nulla. tutto resterà come è oggi: il pd si trascinerà, morente, fino all'ultimo dei suoi giorni, il pedo-nano spadroneggerà e riuscirà pure a farsi eleggere a presidente della repubblica e.. grillo continuerà con gli spettacoli e le liste civiche (che già non è poco!). 

spero tanto che beppe decida di unire le forze con l'italia dei valori e che si costituisca, finalmente, una opposizione degna di questo nome.. perchè mi sono rotto il cazzo di trovarmi davanti ad una scheda elettorale senza sapere a chi dare il mio voto, senza volere dare il mio voto a chi, alla fine, lo darò. così è da troppo tempo e così non si può andare avanti.

PD

Nessun commento: