giovedì 18 giugno 2009

stili di vita: l'autodistruzione

il mio è un viaggio che agli amici non lo si consiglia, a volte nemmeno lo si racconta. un viaggio che non ti ricordi più il giorno della partenza, un viaggio da cui, in cuor tuo lo sai, difficilmente farai ritorno. un viaggio che i biglietti non li fai, perchè ti costerebbe più di quanto hai in tasca, più di quanto guadagneresti in un'intera vita.. il mio, più che un viaggio è una condanna.. ed il giudice che me l'ha inflitta porta il mio stesso nome. perchè sono nato giusto in un mondo sbagliato, guasto e non intendo essere aggiustato. colto in flagranza di reato, tra forze dell'ordine e stanze in disordine che ho abitato..

oggi è così, a volte capita.. domani tutto passerà, non ti preoccupare. basta dormirci su..

Nessun commento: