martedì 9 giugno 2009

la madre degli stronzi è sempre incinta!

questa mattina un idiota di controllore mi ha fatto la multa per mancanza di biglietto, nonostante io il biglietto ce l'avessi.. non lo avevo timbrato, questo è anche vero, ma poteva benissimo chiudere un occhio. tanto più che il mio biglietto era da 20 km, contro un tragitto di nemmeno 10. quello che non gli andava a genio era la dicitura che indicava la tratta genova sturla-camogli (dato che avevo acquistato il suddetto ticket presso la biglietteria automatica di sturla, la sera prima), mentre stamane ero salito a chiavari e sceso a sestri levante.. cazzo, è pur sempre un biglietto valido per 20 km, l'ho comunque pagato 1,90 €.. e poi mi vedi che stò andando al lavoro, vestito da fighetto con addirittura la cravatta di kenzo, rasato di fresco e profumato. si vede che ho beccato il controllore più represso della regione, che conduce un'esistenza miserabile e si sente quindi in diritto di rovinare la giornata anche al prossimo. tra l'altro era talmente stordito che non ha neanche scritto l'importo della sanzione, nè l'articolo di riferimento, perciò farò un salto alla federconsumatori per vedere di risolvere la questione al meglio. sicuro è che mai pagherò per questa infrazione! tanto non ho nulla di intestato, sono un completo nullatenente.. alla peggio aspetterò che cada in prescrizione.. fretta non ne ho, io. è proprio una questione di principio: regalare 100 e passa euro a trenitalia per non aver timbrato un biglietto da 2 miseri eurini è davvero uno sproposito! senza contare tutti i problemi che mi ha creato negli anni il disservizio di fs, tra ritardi, soppressioni e vagoni smerdati.. se l'antitrust vi ha fatto il culo per come gestite il monopolio del trasporto su rotaia in italia (sanzionando i disservizi della società per una ragguardevole cifra), mica dovete rifarvi sui noi poveri cristi che non abbiamo alternativa al treno.. cacciate i soldi vostri e lasciateci quetare!! concludo augurando violente e croniche emorroidi al simpatico capotreno che mi ha multato e a tutti i dirigenti del gruppo ferrovie dello stato. "preparazione H: e torni giulivo a fare la cacca"..

2 commenti:

Bianconiglio ha detto...

Ieri in treno ho scoperto che qualsiasi errore pecuniario registrato dal controllore è scalato dalla sua busta paga. Evidentemente il tuo controllore è messo davvero malissimo.
Ora fondo un'associazione per la Tutela dei Controllori Messi Davvero Malissimo (TCMDM)

Anonimo ha detto...

2 anni fa ho preso una multa da 150€ perchè era il 1 del mese e mi era sfuggito di rinnovare l'abbonamento mensile.Per un tragitto di 20 km e nonostante gli avessi mostrato tutti gli abbonamenti mensili dei mesi precedenti a comprova che non salivo mai senza biglietto dato che ero una pendolare.In questi casi ci vorrebbe un minimo di buon senso.Oltre al danno la beffa "signorina se paga subito in biglietteria si risparmia 50€", peccato che in biglietteria nn si possono più pagare le multe ma occorre farlo con bollettino postale. La scorsa estate invece sono salita senza biglietto perchè nella piccola stazioncina dove ho preso il treno la biglietteria automatica è dentro alla sala d'attesa che viene chiusa alle 19 per evitare atti vandalici.Nonostante abbia prontamente avvisato il controllore di essere sprovvista di biglietto spiegandogli anche che essendo le 22 la biglietteria era chiusa ho dovuto sborsare 20 euro per un viaggio di 10 minuti il cui costo era di 1,80€. Quando invece i treni sono in ritardo, vengono soppressi senza preavviso (mentre risultano in orarip sul sito di trenitalia) come è successo quest'inverno per la neve nessuno ti rimborsa nulla...semplicemente, in questi casi, i controllori evitano di passare per non essere linciati dalla folla di passeggeri esasperati. Grazie Trenitalia che aumentate il costo dei biglietti di pari passo con l'aumento dei vostri disservizi.