lunedì 1 giugno 2009

innocenti fino a prova contraria (si, come no!)

se vi capiterà di passare in una qualsiasi stazione ferroviaria, potrete notare una curiosa comunicazione al viaggiatore, elaborata da menti sopraffine che curano la propaganda di trenitalia (o ferrovie dello stato che dir si voglia..): mai più senza biglietto. nella maggior parte dei casi l'avviso si può trovare anche tradotto in inglese, indirizzato a turisti di ogni nazionalità. direte voi, cosa c'è di strano? nulla.. solo il fatto che rivolgendosi in questo modo alla propria clientela, trenitalia sottintende che chi adopera il treno per i propri spostamenti, lo faccia (o che almeno lo abbia fatto in passato) senza pagare il biglietto. mai più senza biglietto, never again without ticket! e per quelli che non hanno mai commesso questo genere di "reato", come la mettiamo? mi metto, per un attimo, nei panni di un turista straniero che decida di viaggiare su uno dei nostri treni e che, all'atto dell'acquisto del titolo di viaggio, si trovi innanzi ad uno di questi avvisi, che riportano inoltre le tariffe della contravvenzione applicabile (fuori di testa: 50 euro se pagata subito, a bordo.. se entro 15 giorni il doppio.. se dopo i 15 giorni, fai prima a lascirgli casa tua!).. cosa potrà mai pensare? sentirsi trattare da "delinquente a prescindere" da un popolo di truffatori, mafiosi, corruttori, bugiardi e ladri come quello italiano, deve fare girare parecchio il cazzo, immagino.. in più sali su treni che trasudano merda, con estese colture di muffe, funghi, muschi e licheni, perennemente in ritardo e condotti da capotreno maniaco-depressivi! considerato il servizio offerto, come può trenitalia permettersi di rivolgere messaggi del genere a viaggiatori italiani e non?? vergogna non è abbastanza.

Nessun commento: