giovedì 28 maggio 2009

italia annozero

il posto era veramente fuori mano, tanto che ad un certo punto ho cominciato a pensare di aver sbagliato strada.. 27 maggio 2009, marco travaglio a pieve ligure per la presentazione del nuovo libro "italia annozero", ore 21 presso polisports. polisports.. io credevo di dover cercare un palazzetto, zona centrale, magari con la fila di gente fuori che aspettava di entrare. tutto l'opposto. pieve è tutta lì, ci metterò un secondo a trovare il posto, basterà tendere l'orecchio e sentire da dove vengono gli applausi.. la faccio sempre troppo facile! chiedo informazioni a due vecchietti, i quali mi indirizzano su per una stradina stretta e tutta curve. la fiducia non è al massimo ma ci si prova, tutt'al più si torna indietro. e saliamo.. saliamo.. cazzo, su di qua non si vede un cane, lo sapevo.. e tra una madonna e un cristo.. ma dai, ci siamo! il posto è questo, sento la voce di marco e ci sono i vigili, perciò è questo.. ma il palazzetto? polisports è un nome adatto ad una struttura sportiva organizzata, hi-tech.. ma per la gente di pieve il polisports è nient'altro che un simil-campo da calcio a cinque, con vicino un chioschetto ed un fabbricato che sembra tipo gli spogliatoi. vabbè, il posto non sarà all'altezza della situazione, però non mi dispiace: è "alla mano" e si può fumare perchè sei all'aria aperta. non chiedo altro! e poi c'è la gente.. il campo è pieno ma riusciamo a trovare un buco e ci sediamo in terra. l'appuntamento era alle nove, noi abbiamo poggiato il culo in terra che mancava un quarto alle undici! cane fino all'ultimo, io.. però fino a mezzanotte e mezza è andato avanti a raccontare e cazzo se ne ha alzata di polvere!! quando parla è magnetico, non puoi levargli gli occhi di dosso. è coinvolgente ciò che descrive, ma è altrettanto coinvolgente lui, la sua esposizione dei fatti.. ed ogni tanto ti ci scappa pure una risata, che male non fà. per chi segue i passaparola o annozero, i temi non saranno suonati certo come novità: da noemi a mills, da dell'utri a de magistris, genchi.. l'abruzzo e la monnezza di napoli. poi qualche domanda dalla gente. la roby mi diceva: dai, fagli una domanda anche tu, dai.. chiedigli qualcosa.. e cosa gli puoi chiedere a travaglio?? ne avrei a decine, di domande e dubbi! e poi quando parla è talmente esauriente che.. cioè, ti dà già le risposte senza che tu abbia tempo di formulare gli interrogativi. qualunque domanda mi sembrava stupida, priva di rilievo e di interesse. il mio obiettivo (oltre che assistere alla presentazione del libro) era solo uno: un suo video-saluto da postare qui sul blog, così da poter fare il figo con gli amici, io che c'ho travaglio che mi dice "ciao".. mica roba da tutti i giorni! così, quando ormai la serata si stava avviando a conclusione, ho aspettato che scemasse la fila di gente che voleva l'autografo sul libro e.. beh, questo è il risultato..


mi sarebbe piaciuto filmare l'intero appuntamento ed avevo optato per pieve proprio perchè ci sarebbe stata meno gente che al palazzetto di genova (lo stesso giorno, alle 17, zona cancelli porto antico), quindi più tranquillità ed una miglior visibilità per le riprese.. la sera prima avevo menato il cazzo a ciappe affinchè mi prestasse la sua fotocamera che aveva memoria a sufficenza ed una rispettabilissima qualità delle immagini, solo che.. quel cane non aveva pensato a ricaricare le batterie! cia', è tutta colpa tua, lo sai??!! scherzo dai, tanto ci sarà stato di sicuro qualcuno più sveglio di me che avrà ripreso tutto e che, presto, lo metterà in rete per il bene comune. intanto guardatevi questa breve sequenza (il meglio che ho potuto fare, con il mio obsoleto cellulare) giusto per farvi un'idea della serata.. statemi bene.

importante: tra le altre cose, travaglio, ha annunciato l'imminente realizzazione de "il fatto" (o "il fatto nuovo") testata giornalistica che vedrà la luce nei prossimi mesi e che conterà sulla collaborazione di molti tra i più scomodi giornalisti italiani. per il momento stanno sondando la risposta popolare per tracciare le linee guida e rendersi conto di quale potrebbe essere il budget di cui disporre, anche perchè, a quanto detto da marco, si tratterà dell'unico prodotto editoriale italiano a non elemosinare finanziamenti dal governo! era ora, cazzo.. "è libero mercato e se vedremo che mancherà la domanda, non saremo certo noi ad imporre l'offerta!".. "passate parola".

3 commenti:

David Alverman ha detto...

cazzo Nando, potevi anche comprarle le pile... ci sarebbe stato un bel video. vabbè, sarà x un'altra volta.

wilson (ويلسون) ha detto...

ero senza una lira, se no le avrei anche prese.. a fine serata racconto alla roby delle pile scariche e mi fà che potevo dirlo, così portava la sua, di macchina.. rabbia e rancore.. rabbia e rancore.. però c'è stata uguale, dai. e poi l'hai visto? te l'avevo detto che andavo per avere il saluto di travaglio e.. ce l'ho fatta! ok, dice solo "ciao" non è che si sia sprecato, però..

David Alverman ha detto...

vabbè, ci sta anche quel ciaooo.... intanto visto come era quel posto, la prox volta lo invitiamo direttamente a Carasco...