martedì 31 marzo 2009

scatole cinesi

ci pisciano addosso e ci dicono che piove.. ha ragione grillo quando dice che qui da noi, fare progetti per il domani non è ritenuto prioritario. la germania sigla un accordo energetico per i prossimi 100 anni con il giappone e noi non sappiamo neanche cosa dobbiamo fare lunedì mattina.. chi governa sono persone anziane, che dovrebbero lasciare il seggio alle future generazioni e invece si ostinano a piantare casini.. e come tutte le persone anziane, hanno paura. anzi, hanno paure. paure che li portano ad amministrare il paese fiduciosi di una visione distorta della realtà.. e mentre fanno i propri maneggi cercano di insinuare paura anche nell'animo di chi non ne prova, per renderci soggetti facilmente influenzabili.. ci aizzano gli uni contro gli altri per tenerci la mente occupata e per fungere da gatekeepers, valvole di sfogo della nostra stessa rabbia repressa, divenendo così complici del sistema e peggiori nemici di noi stessi. parlano di ecologia e dicono "lo faccio per il futuro del mio bambino".. cioè, stai attento a fare la differenziata e ricicli, ma quando si tratta di rinunciare al suv non ci sono cazzi che tengano! "il suv c'è e resta dov'è! tanto anche se lo vendo che differenza vuoi che faccia? quello che esce dallo scarico del mio suv non è che una goccia nel mare".. e con questa mentalità si tira a campare fino al giorno successivo.. uno che insegnamento trae da tutto questo? semplice, che questi ritardati vogliono un pianeta sano per figli malati. che continuano a bruciare combustibili fossili (già la parola di per sè rende l'idea di quanto siano superati) in automobili che il 90% dell'energia la sviluppano in calore, invece che in movimento.. al pari di ingombranti stufe di lamiera e plasticone. la tecnologia esiste, non è fantascienza o ipotesi, però fanno di tutto per lasciare la massa ancorata al passato.. automobili che fanno 100 km con un litro, o ancora meglio macchine a idrogeno, che dallo scarico esce vapore acqueo.. o veicoli elettrici che hanno anche più sprint di quelli classici a scoppio.. solo che loro sentono l'intima esigenza di salassare il pianeta fino a che si giunga all'ultima gocciolina di merda di petrolio.. e allora prenderanno in considerazione alternative valide su cui poter continuare a lucrare.. sempre grillo: "ma insomma, l'età della pietra non è mica finita perchè sono finite le pietre!".. e questi vecchi bastardi non vogliono saperne di crepare.. e i giovani, quelli che ancora portano avanti qualche ideale, restano a guardare la storia che si scrive e attendono rassegnati di raggiungere vivi la vecchiaia, così da poter assumere il ruolo dei padri ed occupare a loro volta i seggi che spetterebbero ai propri figli.. è e resterà un circolo vizioso finchè qualcuno (o qualcosa) non farà collassare il sistema. qualcosa tipo la questione dell'acqua, che la vogliono privatizzare, come il cibo sempre più artificiale, che ricreano i sapori e gli aromi ma li fanno ancora più invitanti di come li trovi in natura, così quando mangi una fragola ti stupisci che non sappia di fragola.. ti riducono che credi che il vero sapore di fragola sia quello sintetico e tutto il tuo senso del gusto viene devastato. e viene devastata anche la parte del tuo cervello che associa alla fragola un dato sapore e una data consistenza.. ora però basta.. è tardi e comunque sono discorsi che ogni termine và chiarito con una breve parentesi e quella parentesi contiene termini che vanno a loro volta chiariti.. scatole cinesi, come enigmi che tu non li risolvi.. e fino a qui tutto bene.

in missione per conto di dio.. in missione per il conto corrente mio..

se lo contendono i talk show, le ragazzette assatanate e pure le associazioni cattoliche.. le uniche che se lo contendono un po' meno sono le squadre di calcio. di chi stiamo parlando? ma è ovvio.. dell'eletto, dell'illuminato, del predicatore del verbo: nicola legrottaglie! lo si è visto, nell'ultima settimana, palleggiato tra i diversi salottini-vetrina di mediaset e rai.. lo si è visto, qualche sera fà, seduto da chiambretti a raccontare la sua esperienza di fede.. con quel bulicciodaculo di cecchi paone che gli faceva da contraddittorio.. tipo "la monaca e la troia".. eh sai, la par condicio.. e raccontava del giuramento che fece innanzi al signore: "signore iddio, se tu mi fai diventare calciatore di serie A, io predicherò la tua parola ai quattro angoli del mondo".. e il signore lo esaudì, così oggi si ritrova in missione per conto di dio, come i blues brothers, e pellegrinando di emittente in emittente, diffonde il suo messaggio di speranza e di fede all'italico popolo.. si perchè in un passato non troppo lontano, durante un ritiro (con la squadra) spirituale, in qualche sperduto eremo, si impegnò in un filosofeggiamento che lo scosse nel profondo. si accorse di avere tutto dalla vita, ma questo tutto non colmava il vuoto che il povero asceta si portava dentro.. e allora fu la presenza del signore a colmare quella distanza infinita.. così ora, fai zapping e te lo devi sorbire mentre predica la castità prematrimoniale e tanti altri valori dei bei tempi che furono.. roba che ratzinger è meno bacchettone! morale della vicenda: riscoprire la fede e sbatterla in faccia ai media frutta apparizioni e di conseguenza denaro. si vede che col calcio cominciava a buttargli male e allora ha trovato una valida alternativa agli allenamenti.. io posso capire che certa gente senta il bisogno di credere per forza in qualcosa, anche se di favole si tratta.. posso capire che a certa gente urgano risposte agli interrogativi dell'esistenza, anche se di dogmi si tratta.. ma se uno rispetta la sacralità della fede, non la strumentalizza in questo squallido modo, sbattendola in faccia alla nazione e intasandovi l'etere.. per carità, se stò dicendo cazzate ditemelo, ve ne prego.. però non è stata una brutta pensata, quasi quasi.. già che al momento sono disoccupato, potrei ritrovare un po' di cristo pure io.. in missione per conto di dio.. in missione per il conto corrente mio..

lunedì 30 marzo 2009

lodo alfano per tutti!

ormai sono mesi che temporeggiano. certo, lo sappiamo tutti che i tempi della magistratura, in italia, si calcolano in decadi.. almeno quando si tratta di gente che ha il grano. la costituzione dovrebbe essere la carta su cui si fonda il nostro ordinamento, unità di misura e misura si sicurezza al contempo, che garantisca l'uguaglianza dei cittadini e la parità di diritti, così come la parità di doveri. la legge è uguale per tutti.. no, obietta il nano.. la legge è uguale per tutti voi! sì perchè lui decide di farsi cucire addosso questo capolavoro di decreto che conosciamo come lodo alfano. la soluzione concordata (???) del grande angelino jolie.. il quale un giorno si è svegliato particolarmente generoso e ha pensato: "voglio fare un regalo al mio datore di lavoro.. ma cosa posso regalare ad uno che ha già tutto? mah.. ecco! ma come ho fatto a non pensarci prima?! gli regalo una bella immunità, a trecentosessanta gradi, tipo quella del monopoli, quando peschi la carta che ti fà uscire di prigione".. e gli ha regalato il lodo. che brav'uomo questo ministro alfano! poi però sono stati sollevati dubbi sulla costituzionalità di tutto ciò. ma daltronde chi se la fila più la costituzione?! ormai con le sentenze della corte costituzionale ci si fà carta igienica, uguale come con le sentenze della corte europea. però potrebbero almeno fare finta di svolgere il proprio lavoro, questi giudici.. c'è bisogno di riflettere poi così tanto sulla costituzionalità del lodo di angelino?? vogliamo lasciare tutto così, senza dire mezza parola?? ok, tranquilli.. mi stà bene. allora da domani ci mettiamo tutti a fare il cazzo che ci pare, che siano stupri di vecchiette, rapine, furti in casa, pestaggi, spaccio di droghe di ogni genere (magari davanti alla scuola materna), omicidi seriali, o chissà cos'altro.. e poi, quando un tribunale deciderà la condanna che ci spetta, ci rifiuteremo di riconoscerla e ce ne torneremo a casa per ricominciare da capo a delinquere selvaggiamente. anarchia ragazzi, semplice e disorganizzata anarchia! potremo dare sfogo ad anni di rabbia repressa e trasformare il nostro bel paese in una zona d'ombra d'europa, the dark side of europe, una terra senza legge e magari pure senza dio! con quale faccia un giudice potrebbe permettersi di infliggere una sentenza di condanna a qualcuno, sapendo che il principio fondamentale su cui si basa la macchina della giustizia è stato scardinato?! stanno lasciando alla mercè dei venti il castello di carte che vi è stato eretto sopra secoli orsono.. previsioni per il futuro? saranno famosi?? no, amici miei.. saranno cazzi!

rete4: storia di come è divenuta abusiva

puntata di report su un tema a me particolarmente caro.. rete4, lo squatter dell'etere. un canale parassita che occupa una porzione di pubbliche frequenze, che per legge sarebbero spettate all'imprenditore di stefano con la sua europa7 (che per altro avrebbe avuto una qualità dei programmi cui il telespettatore italico non è mai stato abituato..). un quadro generale che riassume l'odissea di questo povero cristo che, per colpa del nano, ha dovuto rinunciare alle emittenti locali che possedeva e resta sospeso in un limbo da cui, ahimè, non sò se riuscirà mai ad uscire.. daltronde quando ti fai nemico il nanetto.. sono cazzi!

ps: guardatevela questa puntata, tutta se avete tempo, perchè contiene scene imperdibili, come il fedele confalonieri che perde il controllo di fronte a semplici ed educate domande.. è che loro a parole credono di scamparla, ma quando uno gli sbatte in faccia le carte.. poveri ometti, che pena mi fate!



ci siamo? ci siamo!

ci siamo! ce lo dicono tutti ormai. la hunziker, vespa, greggio.. un po' tutti i soliti noti del piccolo schermo. ci siamo? ci siamo! finalmente quest'anno altre cinque regioni passeranno all'innovativo, avveniristico, tanto atteso digitale terrestre! e che l'analogico se lo prenda nel culo una volta per tutte! si è cominciato dalla sardegna e adesso via.. a poco a poco spegneremo tutti il segnale della vecchia televisione per passare a quella del futuro. è così che ce la vendono, è così che noi glielo lasciamo fare. il tg5 all'ora di pranzo mette in onda un servizio su quali siano i modelli di decoder più convenienti e su come fare a procurarsene, studio aperto, la sera, manda un inno alla modernità delle telecomunicazioni, con una sequela di immagini che richiamano al progresso e all'innovazione (tipo la classica sequenza del satellite in orbita, la sala regia con tutte le lucette, il tipo che dice "tre, due, uno.. in onda", e così via..) , inframezzate da un decoder quà ed un mediaset premium là.. quando c'era da spedire lo squatter rete4 su satellite, dicevano che con le nuove tecnologie si sarebbe aperto il mercato ad un'infinità di nuovi soggetti.. ora che queste tecnologie sono arrivate, però, si scopre che anche nel digitale resta il monopolio di mediaset.. e di stefano se la prende riccamente in culo per l'ennesima volta! infatti, chi occupa le frequenze analogiche (che sono un bene pubblico, và ricordato..) ha pieno diritto a trasferire le proprie emittenti in digitale. e le due appendici del nano di arcore, mediaset e rai, se la sono organizzata in modo da tagliare fuori dalle competizioni il resto dei concorrenti. ma la cosa spettacolare di tutto questo è che l'analogico verrà spento definitivamente: cioè, io ho uno di quei televisorini portatili con le antennine.. avete presente? bene.. cosa ci farò con quelle antennine? dovrò buttare via tutto? io spero vivamente di avere frainteso.. è da quando hanno iniziato a menarla con questo digitale terrestre che la vedo male ed ho già giurato di fronte al mondo: che mi cadano le palle in terra se mai permetterò ad uno di questi decoder di entrare in casa mia! fanculo, tanto c'ho sky.. meglio a murdock che a mr.B! perchè su satellite il nano non può fare il padrone e allora i complessi di cui soffre lo portano a doversi ritagliare uno spazio nell'etere dove la gente debba chiedere permesso a lui per entrare.. essere uno tra i tanti non si addice alla sua personalità, sarebbe da mediocri. figurati: uno che si pone al di sopra delle leggi del paese che governa non può certo essere da meno negli altri settori, no?! e poi ti danno il contributo statale per darti l'illusione del risparmio.. praticamente ti fanno un regalo con i soldi tuoi.. e tu che gli dici anche grazie.. poi esci di casa e ci sono due carabinieri che spingono l'alfa in caserma perchè i soldi della benzina li hanno dati a paolo, il fratello del nano, che quei decoder li fabbrica! cazzo, neanche se ti fai un acido inalando etere e fumi di assenzio riesci ad immaginarti cose del genere! il nanetto che si firma la gasparri di fronte alle telecamere, così rete4 resta dove non dovrebbe.. poi impone al paese il digitale terrestre e fortuna vuole che l'appalto per la realizzazione degli appositi decoder lo vinca suo fratello.. poi gli prende la fissa del presidenzialismo.. poi vuole "adeguare" la nostra rossa costituzione ai neri tempi moderni.. uno dopo un po' non sà più se ridere o se organizzare una colletta a livello nazionale, tipo uno dei suoi telethon, per assoldare un sicario stile "giorno dello sciacallo" e levarselo finalmente dai coglioni una volta per tutte.. però.. non è una cattiva idea.. non preoccuparti silvio, tanto con la crisi che c'è non riusciremmo a tirare su nemmeno venti euro! se ne riparla tra qualche anno..

V per Vergogna

era un po' che non scrivevo qui sul blog. eppure le cose che mi sentirei di buttare giù, nero su bianco, si accumulano costantemente. perchè non lo fai allora? forse perchè la strategia che adottano per affrontare (o meglio, aggirare) i problemi ha colpito nel segno anche me.. mi informo, cerco di documentarmi sfruttando fonti che ritengo degne di fiducia, scrivo tutto.. e poi nessuno legge ciò che elaboro, così mi lascio sopraffare dallo sconforto.. idiota! è ardua. tenere il passo delle cazzate che dicono e delle cazzate che fanno, è difficile già di per sè. e poi bisogna cercare di metabolizzare il tutto, archiviare la merda in apposite cartellette, registrare le immagini, i volti, il tono e l'accento delle voci che intasano l'etere come stronzi di marmo, che non vogliono saperne di scendere. e l'odore resta vivo nella tua stanza a memoria dell'immondo che incarnano. nani, mignotte, ruffiani, predicatori di sventura e portatori di sventura. perchè a sinistra la predicano ma a destra la concretizzano.. và tutto alla rovescia e noi, ormai, non riusciamo a stupirci più di nulla. i miracoli sono prassi al pari delle sciagure. e poi ti dicono che berlusconi, ok, sarà pure un delinquente.. ma daltronde come si fà? veltroni, prodi, d'alema.. tutti uguali. almeno con il nano ci scappa qualche condono. e poi ha abolito l'ici. è questa la mentalità che alberga l'italietta. ma l'alternativa te la crei, se nessuno te la offre.. se è merda da una parte e merda dall'altra, li mandi tutti a casa e ci si riprova partendo da zero. se berlusconi ha il coraggio di dichiarare che il pdl è il partito del popolo, che guarda al popolo, che è amato dal popolo e che il popolo reclamava a gran voce, basta che un pirla qualunque gli chieda di mettere in pratica le parole: se sai di essere così popolare e se sai che il consenso degli elettori è dalla tua, allora modifichi la legge elettorale e consenti alla gente di scegliere da sola chi candidare alla presidenza. se sei sicuro di quel cazzo che dici, non dovresti avere timore di delegare le decisioni sul futuro del paese al paese stesso! se parli di sicurezza, di pena certa e di tolleranza zero, allora perchè non cominci ad affrontare i tuoi processi e a pagare per i crimini che hai commesso?! ma io, in fondo, posso ancora capirlo.. non ce l'ho tanto con berlusconi, perchè è naturale che faccia di tutto per tenere il culo al caldo.. è naturale che sia così. quello che invece mi fà incazzare è che noi glielo lasciamo fare. tutti si lamentano ma nessuno fà un cazzo perchè la situazione cambi, è sempre così. tutti bravi a sputtanare gli americani, la feccia del pianeta, obesi divoratori di hamburger, ma intanto loro sono capaci di reagire e quando toccano il fondo almeno ci provano a risalire! noi invece.. paletta, secchiello.. e giù a scavare. ci prendono per il culo da tutto il mondo, siamo lo zimbello dell'occidente democraticamente avanzato. e poi ci facciamo le menate perchè lo stereotipo è quello della pizza e del mandolino, italiano mafioso e mangiaspaghetti. quello è il passato. il resto del mondo non ci classifica più sotto la "m" di "mafia", ma sotto la "c" di "coglione".. e non è "V per vendetta". è "V per VERGOGNA"!