venerdì 20 febbraio 2009

roba easy per gente easy

"tutto ciò che in giro succede, provolino ve lo dirà".. ah, che nostalgia! e quanti ricordi.. "boccaccia mia, statti zitta!".. raitre, questa mattina, trasmette uno speciale su oreste lionello, quello del bagaglino per capirci.. per confezionare questo tributo al maestro, sono state convocate figure di spicco della comicità italiana, del calibro di teo teocoli, pippo franco, leo gullotta.. ma anche dario fo e via dicendo.. tutti a dire un gran bene di questo "mostro sacro" della satira, pungente ma mai pesante o volgare. personalmente, ho sempre provato un certo disprezzo per questa gente, escluso dario fo, logicamente.. lui è avanti.. avercene di gente così. però quelli del bagaglino non li ho mai potuti reggere! hanno portato in gloria uno stile molto particolare si satira.. molto ricercato.. ossia, la satira che piace ai politici cui è riferita. il che è assurdo, se si considera che l'essenza della satira stà proprio nel rompere i coglioni al potere ed informare il popolo delle malefatte dei regnanti.. magari cavandone una risatina ogni tanto, che uno non sà mai se ride di gusto o se lo fà per non piangere. e le immagini si susseguivano ed i vari personaggi elogiavano a turno le qualità del lionello.. c'erano pure la prati e la yespica, figurati.. e poi un brano tratto da "gabbia di matti", il bagaglino del 2008.. l'inquadratura stacca per un istante dal palcoscenico e punta le prime file del teatro. lele mora che ride divertito, con accanto un ragazzotto tirato a lucido, tipo daniele interrante più o meno.. "la sua puttana di turno" ho pensato. e qualche posto più in là paola perego, altrettanto giuliva. e mille altri, tutti i volti noti delle emittenti mediaset, insomma. al bagaglino non ci andava la gente, non c'era il pubblico. erano tutti dipendenti o amici di dipendenti o parenti di dipendenti.. una serata aziendale.. non saprei come altro definirla. e si facevano battute sul cavaliere, ma quel genere di battute di cui puoi ridere, anche se sono riferite al tuo datore di lavoro. battute easy, che non avranno conseguenze e non daranno origine a ritorsioni o polemiche di alcun genere. infatti il bagaglino è sempre in onda ed ogni anno viene riconfermato. così gli italiani non potranno più pensare che in italia chi fà satira venga perseguitato ed oscurato. però al bagaglino non ci lavora mica luttazzi o guzzanti o la guzzanti.. o grillo, o travaglio, o crozza, o byoblu, o celestini.. al bagaglino ci lavora gente come oreste lionello, il maestro. gente la cui satira è pungente ma mai pesante o volgare, mai fuoriluogo. e se con il bagaglino non avete ancora fatto il pieno di satira, basta cambiare canale che si trova striscia la notizia, che ricci mica gliele manda a dire, ai potenti! satira easy per italiani easy. godetevi la vostra trasgressione controllata e buon divertimento!

Nessun commento: