sabato 28 febbraio 2009

sono il solito stronzo..

lo sapevo.. uno dice: "me lo devo ricordare, me lo devo ricordare".. e poi se lo dimentica. quando si tratta di appuntamenti importanti, date, compleanni io.. sono il solito stronzo! eh già.. non per altro, ma in questi giorni ricorreva l'anniversario dei quindici anni di politica del cavalier berlusconi.. ci tenevo a fargli gli auguri, magari anche un presente.. sì ma cosa si può regalare ad uno come lui, che ha già tutto ciò che gli occorre?? fortuna che al regalo ci ha pensato il buon marco travaglio, presentandosi da santoro con la sua celebre, esile figurina.. è una roba che non ci si crede: tanto minuto ed angelico, tanto tira giù il mondo quando parla! ci vorrebbe una clinica dove tu gli porti un giuliano ferrara e loro te lo affettano e ne ricavano l'equivalente in marchi travagli.. utopia dolce utopia, portami via con te..

mercoledì 25 febbraio 2009

riot: augurandosi una guerra civile

poniamo, per assurdo, che uno decida di sorvolare sulle malefatte di mr.B e compagni, sull'attuale team di ministri (nani, ritardati e mignotte..), sul signoraggio, sulle modifiche che hanno in programma di apportare alla costituzione, su rete4.. poniamo, per assurdo, che ci si possa dimenticare tutto, come mai fosse accaduto..

a suo tempo, berlusconi, fece oscurare biagi, luttazzi e santoro "per l'uso criminoso" che facevano del mezzo televisivo, ricordate? certo che lo ricordate.. usò proprio questa espressione: "uso criminoso". ora, si potrebbero citare migliaia di altri episodi inerenti, ma uno su tutti continua a farmi inacidire al solo pensiero.. la santanchè ospite fissa di "pomeriggio cinque", il pomeridiano della d'urso. una coppiata vincente quelle due! beh, la santanchè ormai ci ha preso la residenza ed ogni giorno si prodiga a fiero dispenser di puttanate, che entrano nelle case degli italiani e vi si annidano come un molesto parassita. la scorsa settimana, a ridosso dell'approvazione parlamentare dell'oramai noto "pacchetto anti-stupro", la situazione si presentava sempre nello stesso modo, ovvero, in studio la santanchè ed in collegamento da remote lande il contraddittorio, un cazzodinessuno che funge da sparring-partner per la paladina della destra.. è un po' come vedersi una partita degli harlem globetrotter.. chissà chi vince?? insomma, il tema caldo era quello degli stupri e la santanchè citava statistiche a sproposito, di un 40% di violenze sessuali perpetrate da extracomunitari ai danni di povere verginelle italiane.. e dài ad aizzare le folle alla caccia allo straniero.. tutto ciò di fronte ad un resoconto istat che informava a proposito di come stanno veramente le cose: un esiguo 6% di stupri di strada ed il restante 94% consumato in famiglia, da coloro che entrano in casa con la chiave, per capirci. sorvoliamo anche sulle cifre assurde fornite dall'onorevole (??) della destra.. consideriamo per un istante la situazione nella sua intierezza.. chi guarda la d'urso, di pomeriggio, ci trova parlamentari disinformatori ed ignoranti che inneggiano a razzismo e violenza. poi però, quando nei film c'è troppo sangue, se ne fà una questione di stato! il nuovo pacchetto sugli stupri non è una misura riguardante la sicurezza, bensì la rassicurazione del cittadino. introduce temi e risoluzioni che già c'erano, mica si tratta di innovazioni.. ma la gente è idiota, perciò molto pericolosa. basta che i media si concentrino sulle violenze sessuali ed ecco che è panico, ma le violenze sessuali c'erano prima così come continueranno ad esserci! soprattutto se gli interventi del governo continueranno ad essere così irrilevanti. per esempio, faceva notare tonino di pietro ad "otto e mezzo", che se la videosorveglianza di un locale dovesse riprendere uno stupro, grazie all'altra nuova legge-sicurezza (quella che stronca l'uso delle intercettazioni per "tutelare la privacy degli italiani"), non si potrebbe neanche più disporre del nastro con le immagini della violenza, perchè per farlo si dovrebbe avere a priori la certezza di chi sia lo stupratore, nonchè la certezza che lo stupro avvenga.. tutto questo prima che ci sia il reato, ovviamente.. in poche parole, lo sbirro del futuro è idealizzato in un romantico sherlock holmes, con pipa e lente di ingrandimento (unici mezzi di indagine ancora concessi), ma con spiccate doti di preveggenza, tipo nostradamus, ed un innato timore reverenziale del potere.. e questi buffoni parlano di pena certa e strade più sicure? grazie alle ronde, magari?? quelle che loro chiamano "ronde", esistono già da tempo e si identificano in gruppi di volontari come i "city angels", i quali però non sono giustizieri rionali, bensì volenterosi che si mettono a disposizione dei meno fortunati. totalmente di altro avviso è la lega, che stà già reclutando militanti per le sue "cazzutissime ronde padane", con i loro bei fazzolettini verdi al collo ed il coltello tra i denti.. non aspettavano altro, quelli. e pensare che nel decreto è specificato che queste nuove formazioni dovranno essere non-politicizzate.. perchè allora, invece che creare queste squadre di manganelli, non si è optato per un incremento delle risorse a disposizione delle forze dell'ordine? io lo ammetto, non ho tutta questa simpatia per l'arma, ma vederli spingere l'auto perchè lo stato non gli paga il pieno di benzina.. è troppo penoso anche per me! in tutta franchezza non la vedo poi così bene.. se non ci si decide a porre un freno alle stronzate, arriverà un giorno che la gente si sveglierà già incazzata oltre ogni limite e scenderà in strada a scatenare l'inferno.. come in quel film dove l'impiegato tranquillo diventa rambo tutto d'un colpo e fà la festa alla città.. "un giorno di ordinaria follia", mi pare.. sì perchè l'italiano ha un grado di sopportazione delle prese per il culo che suscita clamore nel mondo, ma prima o poi anche all'italiano gli saltano i nervi.. e allora, quando dovranno far presidiare arcore, dall'esercito, ci faremo grasse e meritate risate anche noi.. noi poveri diavoli.. io incrocio le dita..

venerdì 20 febbraio 2009

avviso allo spettatore

esiste una sentenza della corte di cassazione, supportata anche dalla corte europea del lussemburgo, secondo cui rete4, l'emittente di proprietà del presidente del consiglio, silvio berlusconi, risulta abusiva. questo perchè da anni occupa senza autorizzazione, illegalmente, le frequenze pubbliche dell'analogico terrestre su cui trasmette e che spetterebbero di diritto ad europa7, emittente che, nonostante le suddette sentenze, non ha mai potuto usufruirne. secondo la nostra costituzione, infatti, il privato cittadino può possedere fino ad un massimo di due emittenti su analogico terrestre. berlusconi, come noto, ne possiede tre. ma quello che si chiede al cavaliere, non è di cancellare rete4 dalla faccia della terra, bensì di trasferirla su digitale terrestre o su satellite. solo che, così facendo, berlusconi dovrebbe rinunciare a parte degli introiti pubblicitari della quarta rete e, di conseguenza, andare ad intaccare il consolidato monopolio mediatico del gruppo mediaset. perciò, mi rivolgo a te, telespettatore: ricorda che rete4 è un'emittente abusiva, quindi chi la guarda, in pratica commette un crimine. una sorta di favoreggiamento all'inosservanza delle norme della nostra costituzione, fondamenta dello stato di diritto cui ogni cittadino, senza differenza alcuna, senza lodo alfano alcuno o legge gasparri, debba attenersi. rete4 è abusiva, al pari di uno squatter, individuo che occupa un luogo illegalmente, abusivamente, senza averne diritto. pertanto: se guardi rete4 sei un volgare criminale. e pure un poco coglione! ma questo ce l'ho aggiunto io..

uso e consumo

se uno dovesse prendere per buone le notizie dei media, giornali o telegiornali che siano.. se uno dovesse impostare la propria vita e le proprie azioni sulla base di una realtà che gli viene proposta, filtrata da queste caricature di giornalisti che operano nel nostro (bel) paese.. se non potessimo godere della imparzialità del web.. la televisione è lo specchio della società? cazzate. internet è lo specchio della società. la televisione rappresenta solo una minoranza che lotta per non soccombere alla realtà. rappresenta l'ideale di vita di coloro che se la passano bene ma non sanno accontentarsi, coloro che non sono in grado di considerare la propria esistenza da fuori, perchè se lo facessero si accorgerebbero di avere già tutto ciò che gli occorre per essere felici. sono eterni insoddisfatti per scelta, non per condizione. usano le parole come un'arma, sono i grandi comunicatori.. e trovano terreno fertile nell'ignoranza del popolo, così come nella mancanza di volontà. volontà di cambiare le cose, quando le cose vanno male. e in italia le cose vanno molto male! hanno paura di ciò che la rete rappresenta, perchè siamo noi. e loro non ci conoscono e non possono controllarci.. almeno finchè restiamo connessi. è come dice grillo, in rete non resisti se non hai credibilità, senza reputazione ti si sputtana subito. perciò vogliono mettere un bavaglio a questa nostra straordinaria risorsa. siamo governati da persone che vedono in noi, popolazione, il nemico da combattere: sanno che metterlo nel culo ad un avversario informato è difficoltoso. allora hanno messo in piedi una rete di disinformatori organizzati che, all'occorrenza, ci distraggano, portando la nostra attenzione lontano dalle zone d'ombra nelle quali operano. educano le nuove generazioni mediante testi scolastici falsati, che raccontano la storia con parzialità, omettendo ciò che fà comodo dimenticare affinchè le brutture si possano ripetere nei secoli.. ed ogni volta le persone vengono sorprese, colte alla sprovvista dal corso degli avvenimenti, solo perchè non hanno le nozioni necessarie, che permettano di rendersi conto per tempo di ciò che accade. la nostra sola risorsa sono gli anziani, coloro che ancora possono testimoniare il passato, coloro che certe cose le portano sempre dentro perchè le hanno vissute in prima persona. ma l'indottrinamento dei media porta a relegare in un angolo le loro testimonianze, come frutto di un delirio senile, o come lo si voglia chiamare. vogliamo un paese giovane, moderno e chiudiamo i vecchi nelle "residenze protette", ma non per proteggere loro. piuttosto per proteggere noi da loro.. lontano dagli occhi, lontano dal cuore. non tutti i vecchi, però.. anzi, facciamo di tutto per tenerci stretti i vari carnevale, geronzi, fazio, andreotti.. siamo sottoposti al perpetuo benestare di questo "consiglio degli anziani", che invece di finire i propri giorni in famiglia, in compagnia di figli e nipotini, come è sempre stato, restano in attività ed incasinano l'avvenire del resto della nazione. non offrono futuro ai posteri per il semplice motivo che non intendono lasciare il proprio seggio in eredità, come un principe ottantenne, perchè il re non vuol saperne di morire! sono genitori che seppelliranno le proprie discendenze, così da sovvertire l'ordine naturale delle cose ancora una volta! chi è sopravvissuto al regime di mussolini stà osservando impotente la storia che si ripropone, tale e quale, anche se riveduta nell'aspetto ed aggiornata ai tempi moderni. nel '75 licio gelli scriveva il "piano di rinascita democratica" e, passo dopo passo, i suoi confratelli massoni lo stanno portando a compimento.. uno su tutti.. chissà di chi stò parlando..?? berlusconi butta merda sui comunisti, oppressori delle libertà e mangiatori di bambini.. parla di liberismo, lui che è il maggiore monopolista italico, ma anche europeo se vogliamo. controlla il governo, i media (privati e non), le banche.. fino ad arrivare al tempo libero.. la domenica, il milan. ciò che non gli appartiene direttamente, è comunque di qualche suo amico. magari ai molti pare una cazzata, ma quando uscite di casa per andare al lavoro e mollate vostro figlio alla baby-sitter (che nella maggior parte dei casi è la televisione!), lo state esponendo ad un'indottrinamento mediatico, filtrato da cervelli a senso unico, stipendiati da questa lobby di imprenditori collusi con la mafia, cui abbiamo incoscentemente delegato la gestione delle nostre vite, del nostro futuro. dai cazzo, spendono denaro pubblico così come io mi sputtano lo stipendio appena me lo danno.. solo che io posso permettermi di farlo perchè è roba mia, che mi sono guadagnato. e dopo ne subirò anche le conseguenze, ma sono conseguenze che toccano soltanto me, senza ledere gli spazi di nessun altro. questa gentaglia, è lì mica perchè ce l'abbiamo messa noi.. e fanno tutti il cazzo che gli pare senza dover renderne conto. fanno manovre e riforme, ottimizzano e ristrutturano.. e quando tutto questo movimento finisce ci ritroviamo ulteriormente indebitati, al punto che, nella merda, ci siamo immersi fino al collo e si spera che a nessuno venga in mente di fare l'onda! e allora leggi cose che ti fanno vergognare ed altre cose che ti incazzi e basta. leggi che berlusconi vuole "ammodernare" la nostra bolscevica costituzione e in fondo sai che potrebbe anche riuscirci.. leggi che mills è stato condannato, 4 anni e 6 mesi, ed ora si attende che la corte costituzionale si pronunci sulla illegittimità del lodo alfano, come se ci fosse qualche dubbio.. leggi di questa nuova fobia per gli stupri, tutti di extracomunitari ovviamente. ma poi arriva l'istat e te lo spiega: "guarda che gli stupri di strada sono solo il 6% della totalità degli stupri. il restante 94% sono quelli domestici. lo stupratore ha le chiavi di casa!".. ma se cerchi bene puoi anche leggere di una ragazzina americana, una fighetta appena maggiorenne che si chiama miley cyrus e che interpretava "hannah montana" su disney channel. insomma, questa ragazzetta prende 150.000 dollari per 5 minuti di esibizione in uno show inglese, 150.000 dollari per cantare una canzonetta delle sue e.. si dimentica le parole. cazzo, ma è una tua canzone, come fai a dimenticarti le parole??!! leggi degli operai della ansaldo di genova che vanno a fare casino alla regione e ti chiedi: cosa avranno mai da fare casino quelli della ansaldo? nulla di chè.. sono incazzati perchè gli hanno solamente bloccato le pensioni che si erano "guadagnati" respirando per anni quintali di polveri di amianto sul lavoro.. cazzate insomma.. e veltroni che lascia il partito democratico.. e soru che viene battuto da berlusconi alle regionali sarde.. anche se berlusconi in sardegna si fa chiamare cappellacci, ma resta comunque berlusconi.e legambiente? beh, legambiente ha fatto una scoperta choccante, ovvero che gli edifici delle nostre città sono come tanti colabrodo in termini di dispersione di calore. è una rivelazione, chi se lo aspettava?! se lo aspettava beppe grillo, idioti! prendi uno spettacolo di grillo di dieci anni fà e c'è tutto. ci sono gli sprechi di energia nelle abitazioni, ci sono le rinnovabili, le automobili verdi (nel senso che sono fatte di canapa, vanno ad etanolo di canapa, altro che lamiera e petrolio..), c'è tutto. solo che quando lo dice grillo è merda e quando invece è legambiente sono titoli sui giornali. io non ne posso più gente, non ci riesco ad andare avanti a questo modo! non è giusto che mi debba vergognare quando parlo con un marocchino o con qualunque altro straniero, non è giusto. il muro di berlino lo abbiamo tirato giù noi italiani, così da accaparrarci gli appalti per la ricostruzione. le torri gemelle uguale. non erano integralisti islamici, ma pastori della trinacria.. e a pochi metri dalla torre gridavano "mmmmmminnchiaaaaaa!".. dai, l'avrete vista pure voi tutta la trafila mediatica, no?! il primo impatto.. poi il secondo.. e più tardi crollano pure gli altri edifici del complesso (del wtc), tra cui uno più basso e decisamente più distante. come è crollato? beh, loro hanno detto che è stato a causa dei detriti infuocati delle torri, ma a ben guardare, a me pareva più un'implosione controllata.. composta, se vogliamo. e poi come fà un edificio antisismico, con intelaiatura in acciaio, che ospita le sedi dell'intelligence americana, di svariate importanti società finanziarie ed assicurative, pubblici uffici, gli archivi dei dati bancari e degli altri dati "sensibili" dei cittadini usa, nonchè il bunker di emergenza del sindaco di new york (l'allora giuliani) a crollare in quel modo, dopo 9 ore e per cause così poco influenti?? caso strano poi, quel giorno, nonostante la situazione di emergenza più che evidente, il sindaco giuliani decide di stabilire il proprio quartier generale altrove, in un altro edificio e non in quello lì, che ospita appunto il suo bel bunker, attrezzato per l'occasione con viveri, linee di comunicazione e serbatoi ausiliari di ossigeno.. si vede che quel giorno preferiva così. e poi si parla di quei maneggi, strani maneggi.. cioè.. l'imprenditore che aveva vinto la gara d'appalto per aggiudicarsi la gestione del wtc, pochi mesi prima, per una quindicina di milioni di dollari, ha vinto una causa in tribunale contro la compagnia con cui aveva stipulato l'assicurazione dell'intero complesso edilizio. ha vinto perchè aveva fatto aggiungere alla polizza una indennità in caso di eventuale attacco terroristico (chi è che non ci pensa che i terroristi potrebbero prenderti di mira?!) e, dato che gli aerei che colpirono le torri erano due, anche l'indennizzo della polizza è stato corrisposto raddoppiato. così, oltre agli introiti della ricostruzione dell'intero complesso, quell'imprenditore, si è portato a casa anche un bel gruzzolo, in culo ai terroristi e alle assicurazioni! è un mondo strano il nostro, ma strano che nemmeno walt disney in acido con jim morrison potrebbero concepirlo.. strano che se te lo raccontano non ci credi. "la vita è una malattia trasmissibile per atto sessuale" e ne siamo affetti tutti, purtroppo.. è questo il problema.. noi siamo il problema!

porgi l'altra guancia

è notte inoltrata, forse le due.. forse le tre.. ho quattordici anni e stò dormendo. in camera mia è tutto buio ed io ancora vivo in casa con i miei. nel più assoluto silenzio si sente lo squillo del telefono, quello fisso, di casa.. e ci sveglia tutti. sveglia anche la bisnonna (che non sò come ha fatto, perchè lei non ci sente un cazzo!), perchè a quei tempi vivevamo in casa da lei, che tanto a noi serviva un tetto a basso costo, tanto alla vecchia qualcuno che le tenesse compagnia.. sai, dopo una certa età non li puoi perdere di vista un attimo. insomma, suona il telefono e per un po' nessuno si alza a rispondere. magari si pensa ad uno scherzo o a qualcuno che ha sbagliato numero.. e magari la seconda volta lo compone giusto, così si torna tutti a nanna e non ci si pensa più.. invece no. smette per un attimo di squillare.. ma passano pochi secondi e ricomincia, che quasi pare ancora più forte. allora sento la maniglia di camera dei miei che scricchiola ed il rumore sordo dei passi verso il salotto. sono passi leggeri però, quindi è mia madre. il mio patrigno, stronzo com'è, ci ha mandato lei a rispondere! uomo inutile.. le parole della telefonata da camera mia non si sentono. sarà stato uno scherzo? o un errore? qualcosa di grave? per scoprirlo però dovrei alzarmi e andare di là, ma con questo freddo non ci penso nemmeno ad uscire da sotto il piumone! mi terrò la curiosità.. tanto poi, con il culo che ho, vado a prendere freddo solo per scoprire che era nessuno. aspetto. poi i passi leggeri tornano indietro e svaniscono dietro la porta dell'altra stanza. per un po' niente, poi comincia una serie di tonfi, sordi, rumori di sottofondo di qualcuno che si mette in agitazione.. movimenti.. resto attento in ascolto, sperando di riuscire a decifrare un minimo indizio su cosa stia succedendo in camera dei miei. ma l'attesa dura poco: sento di nuovo la maniglia che scricchiola, qualche passo.. e poi di nuovo lo scricchiolio della maniglia, questa volta di camera mia, però. è mia madre.. un sussurro.. ma è più un mezzo sussurro, tipo: non voglio svegliarti bruscamente, ma non ho nemmeno tanto tempo da perdere, perciò svegliati! hanno telefonato da sestri, era il maresciallo dei carabinieri. tra l'altro si tratta del padre del mio padrino della cresima, felice. è stato lui a chiamare perchè ci conosce. è stato gentile, magari un altro avrebbe dato troppo peso all'accaduto e ci sarebbero state molte più grane per tutti. "cosa voleva?" chiedo. e mia madre mi dice che bisogna subito uscire, per andare a prendere lo zio che, fuori dalla discoteca, carico come un asino, ha preso a pugni in faccia un carabiniere che lo aveva fermato per un controllo, in auto. "cioè, ha pestato uno sbirro?!" incredibile.. mio zio che è così tranquillo.. poi però capisco qualcosa di più, si dipanano le ombre. mio zio non era solo, quando lo hanno fermato. stava con un suo amico fissato per la coca, tipo un ex tossico.. un avanzo di comunità che si è reintegrato ma che non ha mai rinunciato ai piaceri della sostanza. e mio zio ubriaco duro.. che poi a lui gli prende bella forte.. e quell'altro che aveva appena tirato e lo istigava.. non poteva che finire così! che poi il suo amico è magro magro, sminchio.. e infatti non ha mosso un dito, lui.. nemmeno sceso dalla macchina. infame! così tutti in caserma, a sestri, a recuperare mio zio ancora in preda ai fumi dell'alcool.. furioso. e poi mille scuse al maresciallo amico, per la seccatura, a quest'ora della notte. non sò quali ripercussioni ebbe poi quell'episodio, sulla fedina penale di mio zio (magari nessuna?), però ieri pomeriggio ho letto sul giornale che, quest'anno, gli automobilisti che hanno mandato al pronto soccorso agenti che li avevano fermati per un controllo, sono aumentati del 34% rispetto all'anno passato. interessante, no? e io che credevo che mio zio fosse furioso.. invece no. è un fatto usuale oramai. la polizia ti ferma e ti chiede patente e libretto? calci nel culo! i carabinieri ti vogliono sottoporre ad alcool-test fuori dalla discoteca? pugni nei reni! la finanza ti vuole perquisire perchè il cane ti ha fiutato addosso qualcosa? ginocchiate nei denti! è così che si rimettono in pari le malefatte "antisommossa" del g8 di genova? non lo sò, ma di sicuro aiuta a sfogare l'incazzatura dei giorni nostri.. molto più distensivo dello yoga, direi..

la posta del cuore

caro giulio,
lavoro come operaio presso una rinomata industria del petrol-chimico, in provincia di genova. mi chiamo massimiliano ed ho 31 anni. ho sentito dire al telegiornale che, durante un'intervista, hai rilasciato una dichiarazione riguardo alla destinazione del trattamento di fine rapporto (tfr). il servizio era riassunto in: "crisi. lasciare il tfr in azienda. tremonti: non è la risposta giusta." mi pare che si trattasse di un trafiletto su rainews24, ma non vorrei sbagliare. dal momento che non ho ben chiaro cosa fare del mio tfr e, vista la fiducia che nutro nei tuoi riguardi, inquanto grande uomo politico e stimato economista, ho deciso di seguire il tuo consiglio. perciò, se potessi darmi delucidazioni su come investire, o meglio, a chi destinare il mio tfr, te ne sarei infinitamente grato. sai, i discorsi di beppe grillo sull'argomento mi hanno un po' intimorito, lo confesso. lui diceva che in questi anni, chi ha lasciato il proprio tfr in azienda, ha guadagnato più o meno il 3%, mentre chi lo ha destinato altrove ci ha rimesso in media il 20 - 30%.. si ma io non ci credo mica a queste cose! grillo, si sà, è un risaputo demagogo, nonchè uno sprovveduto allarmista!! mi sento di ribadirlo, io ho fiducia in te, giulio, e tutti i grilli di questo mondo possono dire quello che vogliono. io non sono uno dei tanti fessi che pendono dalle labbra di questi comici e di questi autori di volgare ed inopportuna satira, io sono diverso. se tu, che sei stato nominato ministro delle finanze dal nostro amato presidente del consiglio, dichiari ai lavoratori di avere fiducia e di mettere il proprio tfr nelle mani di operatori economici esperti, che sappiano farlo fruttare, per garantirci un futuro più sereno e privo di preoccupazioni.. beh, io mi fido. io credo in te, giulio, non mi stancherò mai di ripeterlo! sò bene che la carica di cui sei stato investito comporta doveri impellenti ma, se potessi trovare il tempo di consigliarmi ancora un pochino su come fare per garantirmi una vecchiaia finanziariamente stabile, te ne sarei riconoscente dal profondo. ti ringrazio per l'attenzione e resto in attesa di risposta.

cordiali auspici, massimiliano.

roba easy per gente easy

"tutto ciò che in giro succede, provolino ve lo dirà".. ah, che nostalgia! e quanti ricordi.. "boccaccia mia, statti zitta!".. raitre, questa mattina, trasmette uno speciale su oreste lionello, quello del bagaglino per capirci.. per confezionare questo tributo al maestro, sono state convocate figure di spicco della comicità italiana, del calibro di teo teocoli, pippo franco, leo gullotta.. ma anche dario fo e via dicendo.. tutti a dire un gran bene di questo "mostro sacro" della satira, pungente ma mai pesante o volgare. personalmente, ho sempre provato un certo disprezzo per questa gente, escluso dario fo, logicamente.. lui è avanti.. avercene di gente così. però quelli del bagaglino non li ho mai potuti reggere! hanno portato in gloria uno stile molto particolare si satira.. molto ricercato.. ossia, la satira che piace ai politici cui è riferita. il che è assurdo, se si considera che l'essenza della satira stà proprio nel rompere i coglioni al potere ed informare il popolo delle malefatte dei regnanti.. magari cavandone una risatina ogni tanto, che uno non sà mai se ride di gusto o se lo fà per non piangere. e le immagini si susseguivano ed i vari personaggi elogiavano a turno le qualità del lionello.. c'erano pure la prati e la yespica, figurati.. e poi un brano tratto da "gabbia di matti", il bagaglino del 2008.. l'inquadratura stacca per un istante dal palcoscenico e punta le prime file del teatro. lele mora che ride divertito, con accanto un ragazzotto tirato a lucido, tipo daniele interrante più o meno.. "la sua puttana di turno" ho pensato. e qualche posto più in là paola perego, altrettanto giuliva. e mille altri, tutti i volti noti delle emittenti mediaset, insomma. al bagaglino non ci andava la gente, non c'era il pubblico. erano tutti dipendenti o amici di dipendenti o parenti di dipendenti.. una serata aziendale.. non saprei come altro definirla. e si facevano battute sul cavaliere, ma quel genere di battute di cui puoi ridere, anche se sono riferite al tuo datore di lavoro. battute easy, che non avranno conseguenze e non daranno origine a ritorsioni o polemiche di alcun genere. infatti il bagaglino è sempre in onda ed ogni anno viene riconfermato. così gli italiani non potranno più pensare che in italia chi fà satira venga perseguitato ed oscurato. però al bagaglino non ci lavora mica luttazzi o guzzanti o la guzzanti.. o grillo, o travaglio, o crozza, o byoblu, o celestini.. al bagaglino ci lavora gente come oreste lionello, il maestro. gente la cui satira è pungente ma mai pesante o volgare, mai fuoriluogo. e se con il bagaglino non avete ancora fatto il pieno di satira, basta cambiare canale che si trova striscia la notizia, che ricci mica gliele manda a dire, ai potenti! satira easy per italiani easy. godetevi la vostra trasgressione controllata e buon divertimento!

lunedì 9 febbraio 2009

eluana

è finita.. è brutto detto così, ma finalmente è finita. dormi serena e trova pace.

domenica 8 febbraio 2009

credevamo di aver toccato il fondo..

l'odissea continua. alla clinica "la quiete" di udine, eluana englaro giace in attesa di lasciare questa vita. il suo caso ha spaccato in due l'italia ed ognuno si è sentito in dovere di dire la sua.. ma qualcun altro è andato ben oltre e, dato che questo altro è il nostro amato premier, le cose si sono oltremodo messe male. il protocollo autorizzato dalla corte di cassazione, quello che prevede le modalità dell'interruzione della alimentazione ed idratazione di eluana, è stato messo in atto dallo staff medico. da tre giorni si è staccata la spina.. eluana però non soffre, non può più soffrire da tempo, perchè il suo cervello è oramai estraneato dal corpo, non trasmette più sensazioni alla coscienza della giovane, siano sensazioni di dolore o di piacere. eluana è morta diciassette anni fà e la sua famiglia non ha ancora avuto modo di darle degna sepoltura. la sua famiglia ha dovuto patire le pene dell'inferno per tutto questo tempo, avendo innanzi agli occhi il corpo immobile di una figlia che non potrà mai più riprendersi dallo stato in cui si trova.. mai più. e allora chi ha ancora il coraggio di pronunciare la parola "eutanasia"? o di paragonare eluana ad un invalido, cercando così di falsare l'opinione pubblica per mostrarsi paladino della vita.. si, ma che vita è quella di eluana? e quella dei suoi cari? si fà presto a parlare, quando le situazioni non ci riguardano, quando abbiamo il punto di vista privilegiato di chi, spento il televisore, si può dimenticare della storia e andare a dormire sereno. dai cattolici te la aspetti, certo.. ma c'è qualcun altro che trae enormi vantaggi in fatto di immagine a spese della vita altrui. c'è un presidente del consiglio che, tirando in ballo il caso di eluana, reclama cambiamenti della costituzione e specula sulla sofferenza per un lauto ritorno a fine mese. questo presidente del consiglio asserisce che l'opinione del presidente della repubblica sia da considerarsi alla stregua dei commenti degli anziani in famiglia, tipo: "ok nonno, ora però ti cambiamo il pannolone perchè puzzi di merda.." potremmo istituire ospizi per la terza età delle istituzioni.. i nas, mandati a mettere a ferro e fuoco la clinica, sperando di riscontrare una qualche irregolarità che permetta di infangarne il nome ed interromperne l'attività.. i ministri che corrono a destra e a manca per confezionare al più presto una legge che salvi in corner la vita della englaro, così siamo punto e a capo. dopo quasi vent'anni, in cui lo stato si è grattato amabilmente la pancia, invece di legiferare in materia di testamento biologico, mentre peppino englaro conduceva interminabili battaglie in tribunale per vedersi riconoscere il diritto a seppellire una figlia morta.. dopo che la cassazione (croce e delizia di berlusconi) gli ha dato finalmente il permesso di lasciar andare eluana, inquanto diritto costituzionale, ricordiamolo.. dopo tutto questo qual'è la richiesta del governo? aspettare ancora qualche giorno per dare il tempo alla macchina legislativa di approvare un decreto che mandi a puttane tutto il lavoro e tutte le sofferenze patite fino ad oggi. ci vuole coraggio.. si perchè, secondo berlusconi, la costituzione che ha permesso di arrivare a tanto, è stata scritta al termine di un periodo che vide fascismo ed ogni altro genere di atrocità, quindi và riscritta, ad uso e consumo delle nuove generazioni.. forse silvio non calcola che a quei tempi la gente ricordava ancora bene ciò di cui fascismo e fascisti sono stati capaci e ciò a cui quel modo di governare ha portato. oggi invece non si ha più memoria storica e la gente, quel poco che sà, lo ha letto sui libri di storia.. ma esistono libri di storia che raccontano ciò che realmente successe e libri di storia che ne danno un'interpretazione molto di parte.. e vai a sapere quale tipo di libri si sono adoperati per istruire le nuove generazioni.. quando gli ultimi testimoni di una mattanza periscono, quella mattanza ha occasione di riproporsi agli ingenui occhi dei posteri. è la storia che si ripete, come è sempre stato.


indro montanelli sosteneva che l'italia non è capace di andare a destra senza scivolare nel manganello.. e questi invadono le strade di militari.. uno per ogni bella donna, vero?| chissà come faranno le racchie..??

le regionali in sardegna

cappellacci contro soru.. è la campagna di sardegna che li vede avversi, la campagna di propaganda politica per le elezioni regionali dell'isola. soru è il candidato di sinistra, diciamo, mentre cappellaci è il candidato di berlusconi. potremmo anzi dire che cappellacci è.. la veste con cui berlusconi si è candidato alle nuragiche dirigenze, la forma assunta dal cavaliere per condurre a passo spedito i sardi, verso un glorioso avvenire. si perchè io non ho seguito poi molto l'andamento dei comizi politici, ma da quel poco che i media hanno fatto passare, si è potuto constatare che il vero avversario di soru nei dibattiti è sempre stato il nano di arcore. questo cappellacci io non sò nemmeno che faccia abbia.. ho visto qualche servizio al tg, ho visto soru che parlava della fazione opposta, di cappellacci e ho visto berlusconi rispondere. ho visto soru fare pesanti accuse e di nuovo, dall'altra parte, berlusconi fare altrettanto. cazzo, ok le manie di grandezza e l'innato desiderio di protagonismo del nostro amato presidente del consiglio, ma cosi è un po'esagerato, no?! "le politiche delle sinistre hanno isolato la sardegna dal resto d'italia. noi la ricongiungeremo con il continente.." enunciava fiero il premier innanzi al popolo sardo.. che dite, magari ci scappa anche un ponte tra genova e porto torres? a campata unica, logicamente..

mercoledì 4 febbraio 2009

quotidiani da pendolare

riporto quanto ho letto su "metro", uno di quei giornali che la mattina, uno li lascia sul treno e per tutto il giorno ce li si gira in condivisione.. era una lettera alla redazione, la lettera di un lettore.. una domanda se vogliamo..

il titolo: "via patria potestà a beppe englaro". e seguiva: "etica. ai genitori di basiglio sono stati sottratti i figli perchè si sospettava che le loro famiglie non fossero in grado di allevarli bene. perchè non si può fare in modo che eluana sia tolta al padre e affidata a chi la vuole tenere in vita?".. io non trovo le parole. si firma pure: tale "angelo mandelli". scrivo il nome solo perchè è già stato pubblicato su di un quotidiano, da ciò deduco non si tratti di un segreto.. io non trovo le parole.

anzi forse una domanda.. ma è figlia tua quella di cui stai parlando? sembra tu ti riferisca ad un soprammobile o a qualcosa di usato da passarsi l'un l'altro.. già deve essere un inferno, per un genitore, dover decidere della morte della figlia.. poi ci si mettono i clerici ed i ministri paladini dell'esistenza.. e poi tu, la goccia che provoca il travaso di bile. per piacere, un po' di rispetto.. o almeno un po' di buon gusto.